sabato 18 giugno 2011

Olio essenziale di Rosmarino e sue proprietà

Attenzione: olio essenziale controindicato in gravidanza e durante l'allattamento. Evitare in soggetti epilettici. Usare con cautela in caso di pressione alta o insonnia.

Il rosmarino è una pianta appartenente alla famiglia delle Labiate a carattere cespuglioso, presenta piccoli fiori violetti ed è molto ramificato, le sue foglie sono piccole e strette, sempreverdi. La pianta può raggiungere il metro e mezzo di altezza e la stagione migliore per la sua raccolta è la primavera.
Ne esistono tre Chemiotipi: Canfora, Cineolo, Verbenone.
Bioregit distribuisce oli essenziali di diverso chemiotipo per soddisfare tutte le esigenze:

Immagine Bioregit


Il CT Canfora è quello potenzialmente tossico e dermocaustico, ma in tutti e e tre i casi si tratta di un olio essenziale da utilizzare con cautela, poiché ha proprietà stimolanti.

Si ottiene per distillazione a vapore delle foglie e delle sommità fiorite, contiene molte sostanze fra cui pinene, canfene, borenolo, cineolo e canfora e saponine, acido rosmarinico, flavonoidi e tannini.

Con le sue proprietà antiossidanti e stimolanti il rosmarino aiuta a mantenersi giovani.



L'olio essenziale di Rosmarino è analgesico, antimicrobico, antinevralgico, antiossidante, antireumatico, antisettico, antispasmodico, afrodisiaco, astringente, cardiotonico, carminativo, cefalico, colagogo, coleretico, cicatrizzante, cordiale, citofilattico, diaforetico, digestivo, diuretico, emmenagogo, funghicida, epatico, ipertensivo, nervino, parassiticida, ricostituente, rubefacente, stimolante generale, stomachico, sudorifero, tonico, vulnerario, stimolante cortico surrenale... ed è usato in caso di: anemia, anoressia, ansietà, apatia, arteriosclerosi, asma, astenia psico-fisica, atonia gastrica, bronchite, calcoli biliari, calcoli urinari, cirrosi epatica, clorosi, colecistite, colite, convalescenza, depressione, dismenorrea, dispepsia, dissenteria, emicrania, epatite, flatulenza, gastralgia, gotta, inappetenza, infezioni intestinali, influenza, insufficienza biliare, insufficienza cardiaca, iperviscosità sanguigna, ipercolesterolemia, ipotensione, ittero (causa epatite), leucorrea, menopausa, mestruazioni scarse, nevralgie, oliguria, pertosse, raffreddore, reumatismi, sciatalgia, varici, vertigini, acne, arteriosclerosi, capelli grassi e/o con forfora, dermatosi, eczemi, scabbia, reumatismi, pidocchi, vene varicose, per allontanare gli insetti, per stimolare il cuoio capelluto e la crescita dei capelli, ritenzione idrica, dolori muscolari, contusioni, ecchimosi, crosta lattea, herpes.


Per quanto riguarda la cosmesi si usa per la produzione di prodotti per capelli, dentifrici, profumi, creme, per via delle sue proprietà deodoranti, purificanti, stimolanti e tonificanti.


Lo vedremo nella Lozione vitalizzante dei capelli, dove sarà utile per le sue qualità purificanti e fortificanti.

FONTI: rete, Prontuario di Aromaterapia, Luca Fortuna, Editore URRA.

Julia

Nessun commento:

Negozio on-line

Vi ricordiamo che i nostri prodotti di Aromaterapia e Cosmesi Biologica possono essere acquistati nel nostro negozio on-line

LAVORA CON NOI

Se svolgi attività promozionale e di vendita di prodotti a erboristerie, centri benessere, centri estetici, centri di medicina naturale, parafarmacie, etc e hai interesse a collaborare con noi, invia il tuo curriculum a:

mrosa.orizio@bioregit.it