lunedì 9 maggio 2011

Oli essenziali ed Oli vegetali: quali sono le differenze?

Buongiorno e buon inizio settimana a tutti!
Oggi parliamo un po' delle differenze fra oli vegetali ed oli essenziali, principalmente riferite all'uso cosmetico che possiamo farne.

Oli vegetali

Gli oli vegetali si ottengono dalle piante spremendo a freddo semi oleosi, frutti o noccioli. Hanno un odore delicato, generalmente, che non rilasciano nell'aria.
Si utilizzando da soli per le loro proprietà, oppure in combinazione con oli essenziali, dei quali rappresentano un ottimo veicolante.

Hanno diversi impieghi anche fuori dal campo cosmetico, come combustibili ed integratori alimentari, ad esempio. Chimicamente parlando sono esteri di glicerina, non idrosolubili, ma solubili in solventi organici, contenenti una diversa miscela di acidi grassi a seconda del tipo di olio. Per questo spesso alcuni vengono usati per struccare, soprattutto occhi e labbra.

Alcuni degli oli vegetali più comuni sono di:
  • albicocca,
  • argan,
  • avocado,
  • canapa,
  • cocco,
  • cotone
  • girasole,
  • granoturco (semi di mais),
  • jojoba (che in realtà è una cera che a temperatura ambiente si presenta in forma liquida)(particolarmente indicato come veicolante di oli essenziali),
  • lino,
  • macadamia,
  • mandorla,
  • monoi tiarè,
  • oliva,
  • palma,
  • ricino,
  • riso,
  • sesamo,
  • soia...
...e tanti altri :)

Per l'uso cosmetico è consigliabile inserirli nella propria crema o usarli da soli su pelle umida o ancora miscelarli a gel d'aloe.

Oli essenziali
Gli oli essenziali, invece, non sono oleosi, sono essenze volatili estratte dalle piante aromatiche tramite distillazione a vapore d'acqua.
Hanno odore forte, volatizzandosi a temperatura ambiente, e si ottengono da fiori, radici, foglie, corteccia, buccia.
Abbiamo parlato dettagliatamente dei procedimenti di estrazione degli oli essenziali in questo post.

Per l'uso cosmetico è consigliabile unirli ad oli vegetali, creme od altri veicolanti e mai direttamente sulla pelle, essendo miscele concentrate di sostanze chimiche. È sconsigliata l'assunzione orale, salvo in alcuni casi specifici ed in quantità minime, e comunque sempre durante la prima infanzia, gravidanza e allattamento e nei soggetti affetti da insufficienza renale e/o grave epatopatia. Occorre inoltre accertarsi sempre di non assumere contemporaneamente farmaci il cui effetto potrebbe essere compromesso dagli oli essenziali (chiedere al proprio medico).


Future mamme
Una nota importante va fatta sull'uso di queste due tipologie di prodotti in gravidanza: mentre gli oli vegetali (vedi olio di rosa mosqueta o di mandorle dolci) sono consigliabili alle future mamme per prevenire le smagliature e mantenere la pelle elastica e morbida, gli oli essenziali sono decisamente sconsigliati: entrando direttamente in circolo, infatti, possono attraversare la placenta ed arrivare sino al feto.

Spero di aver dissolto qualche dubbio, se doveste averne altri non esistate a commentare!

Buona giornata,
Julia

Nessun commento:

Negozio on-line

Vi ricordiamo che i nostri prodotti di Aromaterapia e Cosmesi Biologica possono essere acquistati nel nostro negozio on-line

LAVORA CON NOI

Se svolgi attività promozionale e di vendita di prodotti a erboristerie, centri benessere, centri estetici, centri di medicina naturale, parafarmacie, etc e hai interesse a collaborare con noi, invia il tuo curriculum a:

mrosa.orizio@bioregit.it